HOME PAGE

Cerca in lex nel web 
Oggi è il
 Segnala lex.iaconet.com      aggiungi lex.iaconet.com ai tuoi preferiti    imposta lex.iaconet.com come pagina iniziale
 Servizi principali
 iaconet.com
 home page
 presentazione
 avvocati UE
 albo avvocati
 domiciliatari
 ordine avvocati
 deontologia on line
 ricerca giuridica
 partner
 segnala risorsa
 Canali tematici
 glossario giuridico
 diritto europeo
 giurisprudenza
 news cassazione
 legge e codici
 lex & internet
 costituzionale
 diritto penale
 procedura penale
 criminologia
 penitenziario
 condominio & legge
 diritto civile
 processuale civile
 codice della strada
 amministrativo
 diritto familiare
 diritti consumatori
 fiscale & tributario
 associazioni
 diritto ambientale
 diritto commerciale
 aste & fallimenti
 studi legali on line
 siti giuridici
 tribunali on line
 diritto del lavoro
 istituzioni ed enti
 previdenza pensioni
 università on line
 diritto romano
 utilità varie
 diritto varie
 Aggiungi  le  news  legali  di  lex.iaconet.com  nel  tuo  sito

 Diritto fallimentare home

L'ASTA GIUDIZIARIA IMMOBILIARE FALLIMENTARE

Consigli per parteciparvi: cosa e come fare ?



L'asta pubblica è lo strumento tipicamente utilizzato per la vendita di beni immobili ( case e terreni )che ha luogo nel corso di procedure esecutive effettuate dal Tribunale, siano esse concorsuali ( quali ad es. il fallimento ) che individuali ( quali l'esecuzione forzata ).
Le informazioni da assumere prima dell'asta sono: il documento cui far riferimento, per quanto attiene tutte le caratteristiche dell'asta e le sue modalità di svolgimento, è il "bando d'asta", che viene opportunamente pubblicizzato attraverso i più diffusi mezzi di informazione.
Nel bando d'asta vengono indicati il giudice che ha emanato l'ordinanza di vendita all'asta, gli estremi della procedura esecutiva o concorsuale che nel corso della quale l'asta e' stata indetta, le caratteristiche salienti del bene immobile ( casa, terreno ) offerto in vendita e le modalità dettagliate per la partecipazione all'asta.
Il bando d'asta - pubblicato per estratto su quotidiani e riviste specializzate - è ovviamente disponibile presso la Cancelleria Fallimentare, se si tratta di asta indetta nel corso di una procedura concorsuale, ovvero presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, se si tratta di un'asta indetta nel corso di una procedura esecutiva individuale.
Le ulteriori informazioni non contenute nel bando d'asta sono reperibili presso la stessa Cancelleria, dove è depositato il dossier relativo alla vendita immobiliare.
Infine, nel caso di asta promossa nel corso di una procedura concorsuale, altre informazioni potranno essere richieste al curatore del fallimento od al liquidatore dei beni, nel caso di concordato preventivo.
Particolare attenzione, in questa fase dell'asta, deve essere prestata alla "perizia di stima", necessariamente predisposta da un tecnico incaricato, nella quale il bene immobile viene esattamente individuato sulla base dei propri riferimenti catastali, viene accuratamente descritto (anche per quanto attiene lo stato di conservazione, le eventuali limitazioni alla commerciabilità, etc.) e viene infine valutato.



Per quanto riguarda le formalità per partecipare all'asta, questa, è consentita a tutti i soggetti che abbiano adempiuto, nel termine previsto dal bando, ad alcune formalità: In particolare, è necessario presentare una semplice domanda in carta da bollo alla Cancelleria del Tribunale e da assegni circolari non trasferibili, di importo indicato nel bando d'asta, a titolo di anticipo sul prezzo e di anticipo sulle spese e gli oneri di aggiudicazione.
Gli assegni dovranno essere intestati alla curatela del fallimento, nel caso di procedura esecutiva concorsuale, ovvero al Cassiere Provinciale delle Poste, nel caso di esecuzione individuale.
Nel caso in cui non si ottenga l'aggiudicazione del bene, gli assegni sono immediatamente restituiti dalla Cancelleria.
Lo svolgimento dell'asta, relativamente alla vendita con incanto, utilizzata di norma, ha luogo con rilancio a voce, aumentando l'ultima offerta di un importo non inferiore al rilancio minimo stabilito nel bando d'asta e con aggiudicazione all'ultimo soggetto che ha rilanciato, se non intervengono ulteriori rilanci.
Lo svolgimento dell'asta con incanto ha luogo nei locali indicati nel bando d'asta, solitamente la sala delle pubbliche udienze del Tribunale. Una volta terminata l'asta, viene redatto un verbale di aggiudicazione temporanea. E' infatti possibile, nei dieci giorni successivi, che chiunque altro interessato possa riaprire la gara, formulando una nuova offerta che sia superiore di almeno un sesto al precedente prezzo di aggiudicazione; in tal caso si procede a nuovo incanto, il cui prezzo base è quello risultante dall'aumento.
Se, invece, l'asta va deserta e non si da luogo ad una assegnazione, il giudice fisserà lo svolgimento di una nuova asta, riducendo opportunamente il prezzo base originario dell'asta.
Le informazioni dettagliate circa le aste indette dai vari Tribunali Italiani possono essere richieste alla Cancelleria Fallimentare, del sezione Tribunale Civile, Sezione Fallimentare, ed i relativi uffici sono generalmente aperti tutti i giorni, dalle 9 alle 13.
La Cancelleria Fallimentare, inoltre, è in grado di fornire le indicazioni necessarie per contattare il curatore od il liquidatore dei beni, nel caso di asta indetta nel corso di procedure concorsuali.
I bandi d'asta sono altresì pubblicati sui principali quotidiani a diffusione locale e, in ogni caso, sul F.A.L ( Foglio Annunci Legali ).



top torna ad inizio pagina

iaconet.com® è registrato. Copyright . Tutti i diritti riservati. Per info: e-mail
Leggi le note legali & condizioni di utilizzo. A cura del Dott. Rodolfo Iaconello. Sede legale in Caltanissetta (italy).