HOME PAGE

Cerca in lex nel web 
Oggi è il
 Segnala lex.iaconet.com     aggiungi lex.iaconet.com ai tuoi preferiti    imposta lex.iaconet.com come pagina iniziale
 Servizi principali
 iaconet.com
 home page
 presentazione
 avvocati UE
 albo avvocati
 domiciliatari
 ordine avvocati
 deontologia on line
 ricerca giuridica
 partner
 segnala risorsa
 Canali tematici
 glossario giuridico
 diritto europeo
 giurisprudenza
 news cassazione
 legge e codici
 lex & internet
 costituzionale
 diritto penale
 procedura penale
 criminologia
 penitenziario
 condominio & legge
 diritto civile
 processuale civile
 codice della strada
 amministrativo
 diritto familiare
 diritti consumatori
 fiscale & tributario
 associazioni
 diritto ambientale
 diritto commerciale
 aste & fallimenti
 studi legali on line
 siti giuridici
 tribunali on line
 diritto del lavoro
 istituzioni ed enti
 previdenza pensioni
 università on line
 diritto romano
 utilità varie
 diritto varie
 Aggiungi  le  news  legali  di  lex.iaconet.com  nel  tuo  sito

Approvata una nuova legge in materia di prevenzione e
repressione della violenza nel mondo del calcio dentro e fuori lo stadio.




Il decreto legge nr. 8 del 8 febbraio 2007, convertito e coordinato dalla legge n. 41 del 4 aprile 2007, reca: Misure urgenti per la prevenzione e la repressione di fenomeni di violenza connessi a competizioni calcistiche, nonchè norme a sostegno della diffusione dello sport e della partecipazione gratuita dei minori alle manifestazioni sportive. Riportiamo un riassunto delle parti più incisive della legge con la quale si vuol dire basta con la violenza negli stadi durante le partite di calcio per poi passare al testo integrale della stessa.



Divieto di vendita in blocco di biglietti per i tifosi in trasferta;
Reclusione da uno a quattro anni per chi lancia o utilizza negli stadi o nelle immediate adiacenze petardi, razzi, fumogeni, bengala, bastoni od oggetti contundenti, con la pena aumentata nel caso di danni alle persone e di sospensione della partita;
Reclusione da sei mesi a tre anni e multa da 500 a 2000 euro per chi viene trovato in possesso dei suddetti mezzi atti a offendere;
Istituto della flagranza del reato ampliato a 48 ore per tutti i reati sopra descritti;
Applicabilità delle misure di prevenzione, anche patrimoniali, a persone indiziate di aver agevolato manifestazioni di violenza;
Reclusione da cinque a quindici anni per il reato di violenza a pubblico ufficiale commesso da gruppi con armi o mezzi atti a offendere;
Divieto assoluto per le società sportive di elargie agevolazioni a soggetti che siano stati condannati o associazioni di cui fanno parte i medesimi soggetti: prevista una sanzione amministrativa che varierà da 20 mila a 100 mila euro;
Divieto di introdurre o esporre striscioni o cartelli che incitino alla violenza o che contengano ingiurie o minacce;
Procedure più veloci per adeguare gli impianti e partite a porte chiuse per gli impianti non ancora a norma;
Biglietti gratis ma nominativi per minori di anni quattordici accompagnati da un genitore o da un parente fino al quarto grado.





top torna ad inizio pagina

Cerca in lex nel web 
iaconet.com® è registrato. Copyright . Tutti i diritti riservati. Per info: e-mail
Leggi le note legali & condizioni di utilizzo. A cura del Dott. Rodolfo Iaconello. Sede legale in Caltanissetta (italy).